top of page

La Pedodonzia: quando il bambino deve fare la prima visita dal dentista?

Guida il tuo bambino alla cura della sua bocca.


La Pedodonzia focalizza l’attenzione sulla cura della bocca dei bambini in età pediatrica.


E’ fortemente consigliato sottoporre il bambino alla prima visita odontoiatrica all’età di cinque anni, se non prima nei casi in cui il bambino lamenti dolore o fastidio. La prima visita si rende necessaria per verificare la completa eruzione di tutti i denti decidui, comunemente denominati denti da latte.




Pur essendo destinati a cadere e venendo sostituiti dai denti permanenti, la loro cura non può e non deve essere trascurata da parte dei genitori del bambino. La carie di un dente da latte può contaminare il dente permanente sottostante. La sua perdita precoce può causare complicazioni all’eruzione del dente permanente terminando problemi di corretto allineamento e di malocclusione dei denti permanenti.


Di fondamentale importanza in ambito pedodontico sono la fluoroprofilassi e la sigillatura dei solchi dentali:


  • La fluoroprofilassi viene praticata per prevenire la patologia cariosa e si effettua a partire dai sei mesi di vita del bambino con la seguente somministrazione: dai sei mesi e fino ai tre anni tramite l’assunzione di gocce il cui dosaggio è di 0,25 mg/die e dai 3 ai 6 anni con gocce o compresse con 0,5 mg/die. Dopo i 6 anni si utilizzano dentifrici contenenti almeno 1000 ppm di fluoro due volte al giorno. Nei soggetti a medio alto rischio di carie è necessaria l’applicazione professionale topica di fluoro (gel, vernici), anche se risulta essere pressochè impossibile ottenere benefici in termini di prevenzione senza dar luogo, seppur lievemente, a processi di fluorosi, che spesso si manifesta con la comparsa di macchie bianche sullo smalto.

  • La sigillatura dei solchi dentali viene praticata ai bambini tra i 6 e i 7 anni, età in cui erompono nel cavo orale i primi molati permanenti superiori ed inferiori. Tale procedura ha come obiettivo quello di ridurre la patologia cariosa a carico di questi elementi dentari che risultano essere cario recettivi, dimezzando l’incidenza della patologia cariosa a loro carico. Si è visto, infatti, che i solchi di questi elementi dentati risultano essere particolarmente soggetti a carie, per una questione anatomica, data la loro profondità, e per un ridotto spessore di smalto, entrambi condizioni che favorendo la permanenza del cibo, spesso zuccherino, che danneggia la salute del dente.


 

Il Dott. Fabio De Fraia Frangipane riceve presso lo studio di Apice Nuovo (BN), per informazioni o per fissare un appuntamento contattaci al numero 376 058 3099 (anche su WhatsApp)

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page